Giornate della Fondazione 6, 7 e 8 novembre 2014

Nei giorni 6, 7 e 8 novembre si sono svolte, come tradizione, le "Giornate della Fondazione Empedocle", dedicate, quest'anno, al tema "Scienza e Humanitas".
Nella società post-moderna dove scienza e nuove tecnologie predominano quali segni di un progresso che si riflette nelle grandi e rapide trasformazioni del nostro tempo, è necessario ed indispensabile riflettere sulle grandi domande di senso della vita e sulla centralità dell’uomo, per evitare che un pensiero calcolatore, centrato solo su discipline dette produttive, che tende a ridurre l’orizzonte culturale al livello di ciò che è misurabile, strumentalizzi il sapere e faccia delle scoperte scientifiche mezzi di potere e di asservimento dell’uomo. Occorre recuperare i valori dell’humanitas, esaltandone l’attualità e le ragioni profonde, che traggono origine dal mondo classico.
Lo sviluppo di tale argomentazione è stato alla base del percorso che le Giornate di quest’anno hanno proposto, in diversi momenti che, integrandosi, hanno offerto un’ampia rilettura del tema, che abbiamo voluto presentare, a partire da una definizione data da Italo Calvino: “una fruttuosa contaminazione”. Intorno all’idea della “contaminatio”, si prefigura il senso della fusione, dell’incrocio, dell’assunzione di diversi elementi in una sintesi che si pone come virtuosa ed arricchente. Si è riflettuto su questo da angolazioni diverse ma convergenti:
1) L’uomo nell’età della tecnica. Quali i rischi e i problemi aperti nella società contemporanea,
totalmente dominata dalla tecnica che certo ha offerto strumenti di progresso per lo sviluppo della
scienza stessa, ma che non può decidere sull’uomo
2) Proporre i valori dell’humanitas come irrinunciabili rispetto all’esigenza di rivendicare la centralità
dell’uomo nelle scelte che la civiltà si trova ad affrontare;
3) Mostrare quanto difficilmente separabili siano i confini tra scienza e humanitas, attraverso la
sensibilità e le opere di poeti e sacerdoti che hanno lasciato tracce preziose di un pensiero e di un
linguaggio capaci di conoscenza scientifica e di immaginazione poetica.
Questo il programma:

Giovedì 6 novembre 2014 ore 9,00
Villa “Genuardi” – Aula Magna
Presiede
Prof.ssa Teresa Lo Presti Piscopo
Fondazione “Empedocle” per la promozione della cultura classica - Agrigento
RELAZIONI
Prof. Gianfranco Nuzzo
Università di Palermo
Poesia e scienza nel mondo antico: il caso Lucrezio
Dott.ssa Maria Francesca Terranova
Fondazione “Empedocle” per la promozione della cultura classica – Agrigento
Il dio zoppo e lo scienziato senza scrupoli: Efesto e Dedalo a Pompei

Giovedì 6 novembre 2014 – ore 9,00
Basilica dell’Immacolata – Agrigento
Presiede
Avv. Dott. Gaetano Caponnetto
Fondazione “Empedocle” per la promozione della cultura classica - -Agrigento
RELAZIONE
Prof. Francesco Giorgianni
Università di Palermo
L’utilità delle arti per l’uomo in Grecia e nella Roma antica
Prof.ssa Mary D’Alessandro
Liceo Classico “Empedocle” Agrigento
Dott.ssa Claudia Gueli
Fondazione “Empedocle” per la promozione della cultura classica – Agrigento
Le terrecotte votive nel mondo greco

Venerdì 7 novembre 2014 - ore 9,00
Monastero di Santo Spirito – Agrigento
Presiede
Prof. Paolo Licata
Presidente Club UNESCO di Agrigento
RELAZIONE
Prof. Salvatore Gaglio
Università di Palermo
L’intelligenza artificiale
Prof. Gianluigi Oliveri
Università di Palermo
I limiti dell’intelligenza artificiale

Venerdì 7 novembre 2014 – ore 9,00
Museo Archeologico Regionale “Pietro Griffo” – sala Zeus – Agrigento
Presiede
Dott. Nicolò Lombardo
Vicepresidente Fondazione “Empedocle” per la promozione della cultura classica – Agrigento
RELAZIONI
Prof. Franco lo Piparo
Università di Palermo
Che cosa non si può fare senza una lingua
Dott.ssa Federica Di Bella
Fondazione “Empedocle per la promozione della cultura classica – Agrigento
Arte ed epigrafica nel mondo greco: la firma dell’artista come ricordo di sé

Sabato 8 novembre 2014 – ore 9,00
Chiesa di San Lorenzo – Agrigento
Presiede
Dott.ssa Anna Maria Sermenghi
Dirigente Scolastico Liceo Classico “Empedocle”
Presidente Fondazione “Empedocle” per la promozione della cultura classica - Agrigento
RELAZIONI
Prof. Giulio Giorello
Università di Milano
Comprensione scientifica e immaginazione poetica
Dott.ssa Esmeralda Calcullo
Fondazione “Empedocle” per la promozione della cultura classica – Agrigento
La meraviglia della conoscenza: il progresso presso gli antichi.

Commenti